Sport e innovazione: ne parliamo alla Milano Digital Week Un appuntamento il 17 marzo per fare il punto sul movimento. Partendo dal successo del calcio femminile, con ospiti l’allenatore e le due attaccanti del Milan (e non solo)

Condividi l'articolo

Sport e innovazione: ne parliamo alla Milano Digital Week

Un appuntamento il 17 marzo per fare il punto sul movimento. Partendo dal successo del calcio femminile, con ospiti l’allenatore e le due attaccanti del Milan (e non solo)

Siamo ad un momento di svolta per lo sport italiano: non solo le riforme interne al mondo dello sport, ma anche le riforme strutturali nel rapporto tra società e sport. Abbiamo avuto modo di discuterne allo StartupItalia!OpenSummit2018 con un workshop dedicato allo sport e ve lo abbiamo anche raccontato su queste pagine: Sport & Innovation: the Revolution is coming.

E ora se ne torna a parlare, in occasione della Milano Digital Week: domenica 17 marzo ci saranno Anna De Censi, assessore a Turismo, Sport e Qualità della Vita del Comune di Milano; Vito di Gioia, segretario generale del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC; Carolina Morace, coach della squadra femminile dell’AC Milan assieme alle due attaccanti della sua squadra (e della Nazionale) Valentina Giacini e Valentina Bergamaschi. Ci sarà anche Fabio Guadagnini, che è responsabile proprio della comunicazione dell’AC Milan. E poi ancora, Francesco Mantegazzini che è responsabile Infront Lab per Infront Italy, Luca Annunziata (StartupItalia), Emanuela Perinetti general manager di Sport Dots, e Giulio di Feo (La Gazzetta dello Sport).

L’evento si terrà a partire dalle 16:30 proprio nella sede di Infront: per partecipare, vi potete registrare qui.

Lo sport si sta evolvendo

Abbiamo seguito con trepidazione la vittoria nel 2018 del Premio UEFA per Innovazione e Creatività conseguita dall’hackathon FIGC. Infront Lab ha sperimentato le nuove tecnologie allo Stadio Marassi, e poi Cortina 2021 ha redatto la Carta di Cortina sulla sostenibilità degli Sport Invernali, mentre SAP sta rivoluzionando il gioco del calcio con il ManCity (o viceversa?).

Guardiamo con attenzione al fermento nel mondo dello sport – e del calcio in particolare: si pensi che Microsoft ha donato 17 milioni di Euro per la creazione del Global Sport Innovation Centre (con una forte partecipazione de La Liga Spagnola), la UEFA ha lanciato il proprio programma di innovazione e di incubazione di startup, il Barcellona ha creato il Barca Innovation Hub, l’Arsenal ha fondato il proprio Innovation Lab (con un programma di accelerazione per startup), il Bayern ha creato nuovi formati sull’innovazione, la Football Association Britannica ha lanciato nuovi programmi, la FIFA e l’UEFA stanno monitorando questi sviluppi – ma soprattutto stanno lanciando nuove iniziative strategiche (di più non possiamo scrivere, per ora).

Questo fermento si riflette in conferenze mondiali come il World Football Summit di Madrid, lo Sports Technology Symposium del Barcelona Camp Nou, Think Sport, Smart Cities & Sport e iSportConnect Summit a Losanna, Smash Events a Helsinki, il CES Sports Innovation di Las Vegas – senza dimenticare gli appuntamenti italiani come la Trentino Sport Tech Arena del Festival dello Sport, il Forum Sport & Business” de Il Sole 24 Ore, lo Sports Leader Forum e tanti altri. E, badate bene, non abbiamo menzionato la nuova frontiera degli e-sports.

L’Italia non ha perso il treno

Siamo ad un momento di svolta anche per lo sport italiano – e la FGIC con il suo nuovo presidente Gabriele Gravina sembra decisamente salita sul treno. Le iniziative sui giovani, sul calcio femminile, vanno tutte in direzione di una maggiore apertura all’innovazione e di un maggior impegno per l’integrazione.

Continua su …. https://sportup.startupitalia.eu/2019/03/14/sport-innovazione-ne-parliamo-alla-milano-digital-week/

Fonte sportup Fiore Viola

Foto tuttomercatoweb

 

 

Translate »