Passione di un ULTRA’ – dalla SUD al Calcio Femminile

Condividi l'articolo

 

 

 

La Roma è stata da sempre in cima ai miei pensieri, fin da bambino, ma col tempo l’amore per quei colori si è trasformato in passione, una passione talmente accesa da diventare un vero e proprio impegno quotidiano!

Soprattutto negli anni in cui ho fatto parte di alcuni gruppi Ultras della Curva Sud. Ma quando poi mia figlia ha iniziato a frequentare la scuola calcio della Roma Calcio Femminile, nel settembre 2014, davanti a me si è aperto letteralmente un mondo!

Sapevo che la società aveva una prima squadra che militava in serie B, e in occasione del derby di andata di campionato (novembre 2014) sono andato a vedere la partita: ho notato subito che c’era qualche tifoso laziale ed era presente anche un giocatore della prima squadra maschile in tribuna; i tifosi avevano un paio di bandieroni e 2-3 piccole pezze. A quel punto mi sono detto che questo calcio femminile non era proprio così scialbo (come molti credono prima di conoscerlo), anzi: l’unica cosa era che per la Roma Calcio Femminile non c’erano bandiere né pezze. Il derby terminò 3-0 per noi. Da lì è stato tutto velocissimo, fino al derby di ritorno in cui con dei miei amici dello stadio preparammo un piccolo striscione di carta, per poi passare all’anno successivo a uno striscione  con una decina di fumogeni gialli e rossi.

Da quel momento in poi non ci fu nessun derby senza almeno uno striscione! Decidemmo di preparare una pezza con la scritta ROMA e la lupa capitolina a fianco della scritta: era il 2015, l’anno della partitissima a Chieti per l’ultima giornata della stagione 2015/16: loro prime in classifica avanti a noi di 2 punti, ma in serie A ne saliva solo una. Bisognava vincere, e il supporto del pubblico era fondamentale! Organizzai due pullman: arrivammo a Chieti in 110 coi pullman, più un altro centinaio abbondante con le auto. Preparammo una coreografia con i cartoncini gialli, bianchi e rossi, e uno striscione alto 1,20 mt. e lungo oltre 10 metri, con sopra scritto

LOTTA E VINCI INSIEME A NOI

All’inizio della stagione successiva, visto l’approcciarsi a noi di diverse famiglie di ragazze iscritte alla suola calcio, volemmo creare un altro gruppo, che si scostaste dalla mentalità ultras e che aspirasse a diventare un punto di riferimento per tutte quelle famiglie che volevano avvicinarsi al tifo della Roma Calcio Femminile. Iniziai questo bel cammino con mia moglie Alessandra, Stefania, Marco,Bruna  e Andrea e qualche altro genitore/tifoso. L’esordio fu a Latina in coppa Italia. Da quella volta, lo striscione fu presente in ogni partita giocata dalla Roma Calcio Femminile, in casa e in trasferta: da quel momento in poi fu un susseguirsi di aggregazioni, sempre più genitori di bambine della scuola calcio si unirono a noi,  come fecero Nando, Riccardo, Marco e Silvia, e oggi sono tre stagioni che il gruppo, forte anche della presenza di veterani della Curva Sud come Fabio, non salta una partita tra campionato e Coppa Italia, in casa e fuori.

Il tutto  senza non pochi sacrifici, ma la soddisfazione di portare avanti un discorso che possa far beneficiare l’intero movimento del calcio femminile è davvero impagabile. Addirittura una volta, dopo un derby contro la Lazio,  una giocatrice avversaria mi disse “avete dato, e state dando, molto al calcio femminile, attraverso la presenza costante in ogni dove e attraverso il tifo incessante durante tutte le partite”.

Il calcio femminile per noi è questo! TANTO, tantissimo fomento, goliardia e cori senza sosta, ma senza mai tralasciare il rispetto per le avversarie, bisogna infatti tenere sempre a mente che siamo parlando di ragazze, per cui da noi non c’è assolutamente spazio per il sessismo.

Questo siamo noi, un gruppo di amici ed amiche  che io accosto “all’armata Brancaleone”, per la nostra sgangheratezza, per la nostra caparbietà a non cedere mai alle difficoltà del caso, ma soprattutto per il grande amore che mettiamo nel voler portare avanti questo discorso. Se qualcuno volesse venire a curiosare, noi siamo presenti in ogni partita della Roma Calcio Femminile, al campo Certosa quando si gioca in casa e nelle varie trasferte che si presentano di volta in volta.

Per chi volesse contattarci, lo può fare attraverso la nostra pagina Facebook “Romana GENTE” o attraverso il nostro profilo Instagram romana_gente.

Ringraziamo Alessandro Romani per la collaborazione, Augurandoti tante soddisfazioni future!