Lo sport è un grande collante sociale in questa nostra Nazione

Condividi l'articolo

Il calcio femminile compie miracoli e non solo supera il paradosso di vincere anche quando perde, ma sa essere bello, elegante, educato anche per la correttezza, il fair play  con cui le DONNE sanno portare avanti il pallone. Gli uomini avrebbero tanto da imparare, in questo come in tanti altri settori.

 Marta, la calciatrice numero 10 del Brasile. Segnando il rigore all’Italia nella suddetta gara la bomber ha superato il record dei gol segnati ai Mondiali dagli uomini, ben 17 contro i 16 del suo collega tedesco Klose. Eppure, con la generosità, tipica delle donne, la campionessa non ha voluto prendersi il merito di questo risultato ma l’ha voluto condividere con tutti, uomini compresi. Ha infatti affermato Questo record non mi appartiene, appartiene a tutti noi”. E ancoraÈ per chi vuole l’uguaglianza nel calcio”.

Alla luce di queste parole, forse, la sconfitta brucia di meno perché il riconoscimento che il calcio non conosce sesso, che è di tutti e che sono uguali donne e uomini che lo giocano, è la vittoria davvero più importante! Senza questo assioma non ci può essere niente, e niente ha valore, nemmeno le vittorie riportate “solo” sul campo.

Serve il riconoscimento dello status di professioniste alle calciatrici italiane!

foto:IlVaglio.it/Sky Sport
Fonte:oubliettemagazine.com
Translate »