Juventus Women-Orobica 5-0, le pagelle. Girelli e Bonansea scacciano le loro streghe. Glionna imprendibile

Condividi l'articolo

Bacic 6: esordio morbido, l’ha sicuramente turbata più il freddo di Vinovo che le avversarie. Una sola facile parata.

Sikora 6: non fa male come potrebbe negli spazi che le si aprono davanti, ma quando parte palla al piede fa paura. Fa il suo.

Ekroth 6.5: chiude ogni spazio e mostra di avere anche spiccate doti per far ripartire l’azione. I suoi lanci arrivano sempre dove decide lei.

Salvai 7: poco sollecitata dall’attacco avversario, ma le poche occasioni potenzialmente pericolose spariscono grazie a lei. Fascia da capitano al braccio, guida bene la difesa.

Panzeri 6.5: riferimento costante sulla sinistra, soprattutto nel primo tempo ci mette l’esuberanza di chi vuole sfruttare al meglio la sua occasione.

Cernoia 6: tanta qualità in campo e squadra ovviamente riversata in avanti. Lei in mezzo alla voglia di segnare ci mette razionalità, coprendo i buchi e correndo tanto (66′ Hyyrynen 6: attenta, mai messa in difficoltà)

Nick 6.5: non si può dire che macini chilometri, ma è senza dubbio una sicurezza lì in mezzo. Smista bene tutti i palloni e fa valere la sua esperienza. Sfiora anche il gol, ma la traversa le dice no.

Caruso 7: combatte come sempre, si destreggia sia senza palla che quando c’è da attaccare e poi si toglie anche la soddisfazione del gol, che non è mai un dettaglio.

Bonansea 7.5: nella notte delle streghe, lei cancella le sue. Le allontana a modo suo, di forza, rabbia e qualità. L’urlo di liberazione dopo il gol dice tutto e fa niente se l’avversario è davvero morbido. Poi, si concede anche il bis con una bellissima conclusione da fuori. Solo la sfortuna tra parate e traverse le impedisce di avere uno score ancora maggiore (69′ Bragonzi 6: buon esordio, momenti che ricorderà)

Glionna 7: devastante quando serve. Quando controlla il pallone e punta le avversarie è davvero un incubo per loro. Segna il gol (bellissimo) che sblocca la gara e continua e serve anche l’assist per Caruso.

Girelli 6.5: a proposito di streghe e incubi da mandare via, la girata di testa le restituisce il sorriso e il gol che le mancava. L’abbraccio dopo il gol è la prova di quanto le servisse. Tra l’altro meritato per quanto messo in campo (61′ Aluko 6: cerca il gol, non lo trova per pochissimo. Bonansea comunque fa finire la partita al suo ingresso)

All. Guarino 6.5: l’avversario è nettamente inferiore, ma dopo il passo falso col Mozzanica serviva una risposta sotto tutti gli aspetti. Le risposte arrivano.e soprattutto arrivano i gol che servivano: prima Girelli, poi Bonansea, in campo evidentemente solo per togliersi il peso. Bene i volti nuovi, bene le subentrate. Ora testa al primo vero grande scontro diretto di questo campionato.

Translate »