MONDIALE FEMMINILE GRUPPO C : L’ ITALIA SCRIVE LA STORIA

Condividi l'articolo

 

In scena allo stadio Hainut la sfida tra le ragazze di Milena Bertolini con un 4-3-3 Giacinti preferita a Sabatino e Mauro. Vadao schiera un 4-1-4-1 con Cristiane unica punta.
In campo Calciatrici valide individualmente e di esperienza come Marta al suo quinto Mondiale con 16 gol, soprannominata la Pelè con la Gonna. Al 4’ secondo calcio d’angolo per le Giallo Verdi con Andressinha palla messa fuori da Gama. Al 6’ arriva il primo tiro, debole delle Azzurre parato da Bàrbara.
L’ Italia deve riuscire a sfruttare bene le occasioni, trovando gli spazi nella difesa avversaria, ed è così con il duo Girelli -Bonansea, un piacere vederle dialogare sulla fascia sinistra, al 10’ portano al secondo calcio d’angolo, tirato da Giuliano in parabola forte, Bàrbara rinvia e lancia Marta in avanti, Giuliano rientrata ancora intercetta, è un via vai da una parte all’altra questo inizio. Cartellino giallo per Santos, per intervento scoordinato su Bartoli che, poco dopo prende il giallo anche lei, per un intervento in scivolata su Debinha. Che, si fa carico di battere la punizione, un tiro basso sul primo palo, di nuovo in angolo su cui Marta di tacco trova Giuliani pronta. Attenta Linari a non farsi sorprendere dalle aperture che Thaisa lancia su Lundmila . Buona apertura per Guagni movimento in area gol di Girelli su stop e girata ma è in posizione di fuori gioco.
Al 30’ calcio d’angolo, ennesima occasione per le Azzurre sul secondo palo, colpo di testa di Girelli al lato.
Pressano bene le Nostre Azzurre che non danno possibilità di azioni da parte delle avversarie togliendo i cardini di riferimento.
De Bigna spinge sulla fascia dove Bartoli già ammonita è costretta al fallo, ripresa dall’arbitro per proteste. Cernoia accompagnata da Guagni percorre tutto il campo arrivando al vertice dell’area passaggio a Bonansea che si gira ma il tiro centrale non impensierisce Bàrbara .
L’Italia gioca unita sia in attacco sia in difesa finisce il primo tempo in una gara divertente ma equilibrata nel possesso palla.
Al 50’ punizione di Andressinha dal limite dell’area, Giuliani schiera 5 giocatrici in barriera ma è traversa su destro micidiale. Calcio di punizione di Ludmilla da metà campo, schema pericoloso per il colpo di testa di Sousa, sfiorando il palo.
Un buon possesso palla delle Azzurre che gestisce bene la palla andando a raddoppiare le marcature e non lasciando spazio alle azioni offensive delle avversarie.
Cambio al 62’Bergamaschi al posto di Giacinti, Marta per Ludmilla a cercare Cristiane in area ma Guagni non si lascia impensierire, esce Cristiane al suo posto Beatriz che subito dopo in un colpo di tacco su un’azione veloce di esterno di Ludmilla manda fuori di poco. Arriva il secondo cambio con Boattin per Bartoli al 70’ già ammonita.

Al 71’ Rigore (GENEROSO) su fallo dubbio di Linari, non viene interpellata la VAR , Marta sotto i fischi dello stadio, dal dischetto spiazza Giuliani Gol numero 17 nella storia dei Mondiali per lei, Brasile in vantaggio.

Cambio, Poliana al posto della Santos ammonita, esce Girelli entra Mauro per dare una spinta in più li davanti.
Boattin stringe punta e crossa ma non passa, Cernoia cerca i tagli di Bergamaschi e di Mauro.
Calcio di punizione per l’ Italia al 93’ Cernoia sulla barriera al limite dell’area.

Finisce qui! ITALIA PASSA IL TURNO PRIMA NEL GIRONE E’ NELLA STORIA.

Translate »