Condividi l'articolo

 

Missione compiuta, prosegue il filotto delle nostre ragazze che oggi, giocavano a Benevento il 5° incontro per la qualificazione agli Europei che si svolgeranno nel 2021 in Inghilterra. Se vogliamo analizzare l’incontro, non c’è stata storia, L’Italia ha vinto nettamente, dominando in lungo e in largo per 6-0 , successo molto importante anche per la differenza reti, in quanto passano le prime del Girone e le seconde tre meglio piazzate dei vari gironi. Ora siamo primi a punteggio pieno come dicevo con 15 punti, seguiti dalla Danimarca a quota 12,  via via le altre ormai fuori gioco. Ritornando alla Danimarca se la dovrà giocare proprio martedì prossimo con la Georgia, per questo sopra accennavo che la differenza reti è molto importante. Mister Bertolini ha convocato 23 ragazze, 4/5  pescando dall’Under 23, e subito chi è scesa in campo ha fatto vedere il suo valore per un futuro prossimo. Elenco brevemente in successione le reti: al 10° eravamo già in vantaggio per opera di Linari, che su cross dalla destra incornava inesorabilmente in porta. La seconda rete, la messa a segno  da  Aria Guagni, che poi nel secondo tempo è dovuta uscire per infortunio, si spera non sia grave. La terza rete, e qui non ci si scappa dal bomber Girelli, ( arrivando così alla 5° rete in cinque partite disputate agli Europei). Poi c’è stata una doppietta della subentrante Daniela Sabatino, che ha preso il posto sin dall’inizio di Valentina Giacinti, ( infortunata), inoltre devo segnalare che avevamo fuori la “Gazzella”, velocissima sulle fasce, Barbara Bonansea da un po’ di tempo per infortunio. Speriamo che rientri presto. E qui si è concluso il primo tempo sul 5 a 0 . Nella ripresa dopo i vari cambi fatti dalla Bertolini, è arrivata la 6° rete ad opera della Rosucci. Tutte reti di ottima fattura e su azione. Poi ci sono state altre occasioni con la palla sempre praticamente per tutto l’incontro in nostro possesso, ma il risultato al fischio finale non è più cambiato. Volendo concludere voglio citare ancora una volta che l’esperienza di aver giocato i Mondiali a Giugno, arrivando fino ai quarti è servito molto per fare esperienza e per non perdere la qualità e quantità sin qui acquisita, dimostrando che non siamo inferiori a nessuno,  e che c’è la possiamo giocare alla pari con tutte. Ora la parola d’ordine, come detto è rimanere concentrati, mantenere la tenacia e la volontà di scendere in campo, non guardando in faccia nessuno, solo lo spirito di vincere, contro qualunque squadra ci troviamo davanti. Si sa quanto è importante non perdere il patrimonio si qui conquistato. E che a permesso a milioni di persone, sportivi, di avvicinarsi al calcio Femminile. Così come è cresciuto moltissimo, in Italia il numero delle ragazzine che praticano questo bellissimo, affascinante sport.

Andrea Delindati

Foto figc

Translate »