“Il Derby del Rinascimento”

Condividi l'articolo

Nel campionato più bello ed equilibrato di sempre va in scena domenica 2 Dicembre il “Derby del Rinascimento” il primo derby cittadino di Firenze. Partita affascinante con la matricola terribile Florentia che affronta la corazzata plurititolata Fiorentina Women’s in un momento chiave del campionato. Una sorta di Davide contro Golia, con una Fiorentina scossa dal ko interno contro la Juve, ma desiderosa, pronta a leccarsi le ferite e ripartire più forte e determinata di prima per proseguire il proprio campionato di vertice, e la matricola Florentia che cerca, sulle ali dell’entusiasmo il momentaneo sorpasso sulle viola distanti soltanto un punto ma con una gara in meno. Gara ricca di incroci ed insidie per la Fiorentina Women’s, con la Florentia nata proprio dal settore giovanile del A.C.F. Firenze poi diventato Fiorentina Women’s appunto, con un Presidente giovane ed ambizioso che le ha trascinate fino alla massima serie con l’intento di rimanerci a lungo eppoi puntare un domani chissà a quali traguardi, con una rosa ricca di ex viola con il dente avvelenato e in cerca di un riscatto di prestigio, dopo aver messo in difficoltà la Juve, fermato la capolista Milan ecco il turno della Fiorentina Women’s: Tona, Vicchiarello, Orlandi, Ferrandi, Salvatori Rinaldi (in forma strepitosa) senza contare la giovane Zazzera però in prestito, ecco l’esercito delle ex agguerritissime. La Fiorentina Women’s  con la sua storia i suoi 4 trofei in tre anni capitanata da Alia Guagni alla sua 21° stagione in viola, il  Bomber  Ilaria Mauro  matchwinner  di Supercoppa e 95 reti in serie A, Tatiana Bonetti con le sue 152 reti in serie A e l’esplosiva Lana Clelland in Italia da appena tre anni ma con già 82 reti all’attivo. Questo signore e signori è il derby del Rinascimento e prima  di  godercelo  dal  vivo  abbiamo  intervistato  due  sportivi  e tifosi delle due società protagoniste ponendogli una serie di domande, da una parte Enzo Corti ex-tassista e pensionato di 78 anni tifosissimo della Fiorentina Women’s ed attivo socio del Viola Club Go Women’s (il primo club di tifo organizzato per una squadra femminile) e   dall’altra parte la Dottoressa Lucia Benvenuti pensionata ex medico sociale della Florentia ed adesso affezionatissima tifosa che non ci rivela l’età nemmeno sotto tortura come ci ha detto scherzosamente, ma partiamo con la serie di domande:

·       Da quando vi siete appassionati al calcio femminile

Lucia: Mi sono appassionata al Calcio, non importa se maschile o femminile , fin da giovanissima ed ho accolto con molto piacere questo nuovo impulso dato al Calcio Femminile da Società come la Fiorentina e da presidenti come Tommaso Becagli , presidente della Florentia, che ci hanno investito ed hanno contribuito non poco alla crescita del movimento.

Enzo: Da circa 3 anni cioè dall’ingresso della Fiorentina Women’s

·       Ai tifosi, così appassionati ed a volte così estremi, che cosa vi sentite di dire?

Lucia: I tifosi , meglio definiti dal termine inglese supporters, sono lì per sostenere in ogni momento i propri colori ed è un bene che lo facciano con tanta passione. Se non si superano certi limiti , non si usa il turpiloquio, non si applicano offese con connotati di discriminazione razziale, sessuale etc..credo che il tifoso possa essere anche un po’ colorito, in fondo è anche questo un modo per allineare il calcio femminile a quello maschile.

Enzo: Che bisogna essere moderati e portare rispetto senza associare però la goliardia all’offesa gratuita. Un sano sfottò non ha mai fatto male, la discriminazione in toto sì.

·       Come è cambiato il tifo in quest’anno?

Lucia: Io non credo che il tifo sia cambiato ma se parliamo di calcio femminile forse i media sono i primi a non essere pronti a vedere nel femminile gli stessi comportamenti sugli spalti che si vedono negli stadi dei maschi. Diverso invece è il comportamento in campo: nel calcio femminile c’è maggiore lealtà, si butta fuori il pallone se l’avversario e a terra, si stringe la mano alle avversarie a fine partita a prescindere dal risultato ( con pochissime eccezioni; l’unica volta che non ho visto questa stretta di mano è stato al termine della Supercoppa 2018 quando le giocatrici della Juventus hanno omesso questo gesto. Confesso di esserci rimasta male ed anche un poco stupita).

Enzo: il tifo del calcio femminile e aumentato come partecipazione.

·       E’ evidente la crescita del calcio femminile in Italia: la tua opinione?

Lucia: Indubbiamente sono stati fatti passi avanti per lo sviluppo del movimento ma credo che la strada sia ancora lunga a partire da un adeguamento degli stipendi, cosa che per esempio sta cominciando a verificarsi nei paesi scandinavi proprio su spinta dei calciatori uomini.

Enzo: la crescita è evidente ma, tv e giornali trovano difficoltà a parlarne.

·       Cosa significa per te tifare per questa maglia?

Lucia: Posso dire di aver seguito molte delle ragazze che oggi giocano nella Florentia fino dal settore giovanile e sono legata a loro da un affetto profondo che trascende ogni tipo di tifo. Le ho accompagnate sulla panchina come medico dalla serie D alla serie A e quest’anno sono il loro primo tifoso. Gioisco e soffro con loro…non so spiegarlo oltre.

Enzo: Tifare questa maglia sia femminile che maschile e’ appartenenza.

·       Cosa pensi di questo Derby?

Lucia: E’ una occasione importante per Firenze e per il Movimento e sono felice che venga trasmesso in TV.

Enzo: E’ una partita che favorisce la promozione del calcio femminile.

·       Qual è la calciatrice della Fiorentina Women’s che ammiri di più?

Lucia: Anche loro in gran parte le ho viste crescere, se devo dirne una scelgo Alia Guagni.

Enzo: Indossano la maglia viola quindi le ammiro tutte.

·       E quella del Florentia ?

Lucia: Questa per me è la domanda più difficile, per me sono tutte un pezzo di cuore, non riesco davvero a sceglierne una sola.

Enzo: Sicuramente Debora Salvatori Rinaldi che è pure una ex e ora che si è ristabilita dall’infortunio è ancora più temibile.

·       Quale giocatrice toglieresti alle avversarie?

Lucia: Sempre Alia, ha uno scatto bruciante e soluzioni imprevedibili.

Enzo: Sono costretto a ripetermi quindi dico ancora lei Debora Salvatori Rinaldi.

·       Chi vincerà il Derby?

Lucia: La Florentia?

Enzo: La FIORENTINA

·       Cosa vuoi dire al tifoso avversario? 

Lucia: Godiamoci questo derby con tutto ciò che esso rappresenta, tifiamo, cantiamo e divertiamoci ed alla fine, qualunque sia il risultato, stringiamoci la mano!

Enzo: Viva il calcio femminile !!!

Articolo in Collaborazione di: Jacopo Uccelli e Roberta Ro Fiorini

Translate »