Il calcio uno sport per tutti ieri esordio per la squadra del Vaticano contro la primavera As Roma

Condividi l'articolo

 

 

La compagine femminile di calcio della Santa Sede ha disputato ieri pomeriggio la sua prima partita, contro la primavera femminile della Roma. Sotto la pioggia incessante che ha colpito ieri la Capitale, presso il Centro Sportivo Cavalieri di Colombo, le calciatrici hanno dato ufficialmente il via alla realtà che unisce dipendenti e mogli e figli di personale del Vaticano.

Il calcio, uno sport per tutti
La partita d’esordio della squadra femminile vaticana ha rappresentato “un’emozione unica”, ha evidenziato Francesca Stoppa, calciatrice e medico rianimatore del Bambin Gesù. “Questa partita – ha affermato – ha significato a tutti gli effetti entrare in questo sport e praticarlo.

Dal punto di vista sportivo il match è stato a senso unico, con la pesante sconfitta per 10-0, complice il grande gap con le atlete della Roma. La partita, della durata di quaranta minuti – venti per ogni tempo – ha però dato importanti indicazioni alle calciatrici del Vaticano, che hanno iniziato così ad avvicinarsi al regolamento e al modo di stare in campo nel calcio a 11. Una gara affrontata però da entrambe le squadre senza sconti e con il giusto impegno sportivo e agonistico. Un modo, quindi, per ribadire, al di là del tabellino finale, “il messaggio che una squadra di questo tipo vuole dare” come ha affermato Federica Di Lorenzo. La giovane calciatrice vaticana ha sottolineato l’importanza “di veicolare il concetto che le donne, anche nello sport, possono dare tanto e per questo è importante che anche il Vaticano abbia una sua squadra femminile”

Articolo completo fonte https://www.vaticannews.va/it/vaticano/news/2019-05/esordio-calcio-femminile-vaticana.html

Translate »