Champions League, Juventus Women sconfitta dal Barcelona Women

Condividi l'articolo

Allo stadio Giuseppe Moccagatta, la squadra di Rita Guarino soccombe alle spagnole blaugrana e perde 0-2.

Si accendono i riflettori allo stadio comunale di Alessandria per il debutto della bianconere in Champions League contro un organizzato, attento e concentrato Barcelona. Moltissimi tifosi juventini sono accorsi a sostenere Sara Gama e compagne: sugli spalti si respira emozione, gaudio e timore nei confronti della squadra spagnola, che qualche mese fa ha affrontato il Lione, vincitore delle ultime quattro edizioni della Champions League.

Per la Juventus scendono in campo Giuliani, Gama, Boattin, Sembrant, Caruso, Girelli, Galli, Rosucci, Cernoia, Stašková, Hyyrynen. Assente la beniamina piemontese Barbara Bonansea, infortunatasi tre settimane fa durante l’amichevole con il PSG. Il Barcelona parte aggressivo e nel primo quarto di gara, le bianconere faticano a costruire gioco, schiacciate e pressate dalle blaugrana che costruiscono un gioco eccellente con lanci calibrati e precisi. Al 39′ un errore difensivo manda in vantaggio la squadra ospite con Alexia Putellas: il pubblico rimane in rigoroso e glaciale silenzio, come se fosse assalito da una doccia fredda. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1-0 per Hamraoui e compagne.

Nella ripresa Rita Guarino prova la carta Aluko per rinvigorire l’attacco e trovare la profondità. Le blaugrana rientrano con Paňos, van der Gragt, Hansen, Putellas, Mapi, Torrejón, Mariona, Guijarro, Hermoso, Falcón e Hamraoui. Dopo pochi minuti il gioco ben strutturato e organizzato delle spagnole riprende e la squadra piemontese fatica ad ottenere il ritmo partita. In Spagna le calciatrici sono professioniste e hanno possibilità maggiori rispetto alle nostre atlete. Al 72′ minuto il Barcelona raddoppia con Marta Torrejón, abile ad insaccare un pallone crossato e ben dosato dalla fascia destra del campo.

Cala il sipario ad Alessandria e la Juventus Women subisce una pesante sconfitta. Il 25 Settembre alle 18:30 Sara Gama e compagne dovranno ribaltare un risultato difficile ma non impossibile. Per questo tipo di competizione è necessario unirsi in un’unica fede sportiva e tifare tutti uniti le squadre italiane per aumentare il ranking Uefa. Oggi all’Artemio Franchi, la Fiorentina Women affronterà l’Arsenal in una gara complicata e complessa: tutti uniti sotto la maglia viola e a tifare Alia Guagni e compagne.

Luca Patrucco