Condividi l'articolo

 

Sei punti nelle prime due gare di qualificazione all’Europeo 2021 l’Italia li ha portati a casa. Ma contro Israele e Georgia non è stata la vera Italia e non avevano gare ufficiali sulle gambe. Dopo due giornate di campionato è migliorata la condizione fisica, ma si alzerà anche il livello degli avversari.
Concentrate per Malta, avversario dell’Italia venerdì a Ta’Qali (zero punti e 10 gol subiti), ed ancora di più con la Bosnia, primo scontro diretto martedì a Palermo nella marcia all’Europeo. L’Italia è a punteggio pieno, come le bosniache e la temibile Danimarca.

Bisogna dare il massimo!!

Valentina Cernoia, centrocampista classe ‘91 della Juventus Women, e Valentina Giacinti, attaccante classe ‘94 del Milan femminile hanno parlato ai microfoni Figc in vista del doppio impegno contro Malta, in trasferta, e Bosnia, in casa.

Cernoia “Ci siamo rese conto che, pur trovando squadre meno attrezzate, rischi di fare fatica in un percorso che è alla nostra portata La lezione l’abbiamo imparata”. “Contro Israele e Georgia ci è andata bene – aggiunge Giacinti –. Quando non diamo il 100% rischiamo di buttare punti. Al contrario, ritrovando la compattezza che ci ha contraddistinte al Mondiale, possiamo fare bene”
Da Francia 2019 è cambiata la vita delle Azzurre, soprattutto fuori dal campo: “Dopo il Mondiale mi fermano per strada, anche quando vado a fare la spesa. Ho ricevuto tante lettere. Siamo contente di essere entrate nel cuore degli italiani, non è facile affrontare questa nuova situazione, ma l’importante è restare noi stesse e continuare a fare quello che abbiamo sempre fatto”.
Cernoia ha un appello per i tifosi: “È bello non leggere mai alcun commento fuori luogo, ma non ricordateci soltanto come le ragazze del Mondiale. Continuate a seguirci: noi quotidianamente facciamo il possibile affinché quei complimenti restino tali”.

Credit Foto Figc

Translate »