Calcio femminile, le migliore italiane della sesta giornata di Serie A: Giacinti implacabile, Giugliano inventa

Condividi l'articolo

E’ tempo di valutazioni per quanto concerne il sesto turno del campionato di calcio femminile di Serie A 2018-2019. Andiamo a valutare quali sono state le migliori azzurre che si sono messe particolarmente in luce nel corso della giornata conclusasi nel weekend.

MANUELA GIUGLIANO (MILAN): Illuminante in regia e lucida nelle fasi calde. “Nuvoletta Rossa”, come la chiamavano ai tempi del Mozzanica, dimostra di saperci fare con il pallone, con l’assist al bacio per Valentina Giacinti ed annesso “Sombrero” all’avversaria juventina nella seconda realizzazione rossonera. Il 3-0 dell’Ossola contro la Vecchia Signora ha anche il suo marchio e Milena Bertolini può esserne compiaciuta.

VALENTINA GIACINTI (MILAN): E sono otto. La conclusione è sporca ma non fa nulla. La rete si gonfia ancora una volta e la punta milanista è sempre puntuale all’appuntamento. La vetta della classifica delle marcatrici è un dato non casuale. Carolina Morace crede molto nell’attaccante classe ’94 e lei a suon di segnature sta ripagando la fiducia del tecnico del Milan.

ALIA GUAGNI (FIORENTINA): Grinta e classe. Il capitano delle viola la prestazione la mette sempre sul rettangolo di gioco. Anche nel pesantissimo 6-0 di Champions League contro il Chelsea, il terzino destro gigliato è stata l’ultima ad arrendersi. Contro il Tavagnacco, il suo gol ha chiuso i giochi, garantendo alla formazione di Antonio Cincotta tre punti fondamentali per il proprio campionato.

ANNAMARIA SERTURINI (ROMA): Il tecnico della Nazionale già l’aveva notata, come la convocazione per l’amichevole contro la Germania dimostra, e la 20enne giallorossa ha risposto presente. Nel successo 3-0 contro l’Orobica c’è la sua firma e la prova nel suo insieme è di grande personalità. Una calciatrice che già a livello giovanile aveva fatto vedere doti importanti, che si stanno confermando “tra le più grandi”.

FEDERICA DI CRISCIO (ROMA): Ha il merito di sbloccare il risultato ed essere un riferimento fondamentale per la retroguardia capitolina. L’esperienza dell’ex giocatrice del Verona pesa nell’economia del confronto e la sua leadership in campo rappresenta uno dei fattori determinanti per il secondo successo della Roma nel torneo nazionale.

FONTE: OASPORT.it

Credit photo: Giancarlo Dalla Riva

Translate »